Massa Marittima

Massa Marittima è un comune italiano di 8.734 abitanti della provincia di Grosseto, a 49 chilometri dal capoluogo. Centro principale dell’area delle colline metallifere grossetane, è membro dell’Unione dei comuni “Montana Colline Metallifere”. È stato insignito del riconoscimento Bandiera Arancione del Touring Club Italiano.

l centro di Massa Marittima è situato su una delle propaggini meridionali delle Colline Metallifere, che dominano la sponda sinistra del fiume Pecora, corso d’acqua che ha le proprie sorgenti nella parte nord-orientale del territorio comunale, a sud-ovest della località di Niccioleta.

Il comune di Massa Marittima confina a nord-ovest con il comune di Monterotondo Marittimo, a nord-est con il comune di Montieri, a est con il comune di Roccastrada, a sud con i comuni di Gavorrano e Scarlino, a sud-ovest con il comune di Follonica, a ovest con il comune di Suvereto della provincia di Livorno.

La parte occidentale e meridionale del territorio comunale digrada verso la pianura maremmana, mentre nella parte sud-orientale si estende il Lago dell’Accesa di origine carsica, di cui è emissario il fiume Bruna.

La cittadina, già conosciuta come Massa di Maremma, si ritiene sia stata fondata nell’Alto Medioevo intorno al Monte Regio, la collina dalla quale prendono il nome vini tipici prodotti nella zona, e intorno all’anno Mille vi fu trasferita l’antica sede vescovile di Populonia. Dopo un iniziale dominio pisano, Massa Marittima divenne progressivamente autonoma fino a diventare un libero comune nel XIII secolo. Tuttavia, nel corso del secolo successivo, la cittadina venne conquistata dalla Repubblica di Siena e rimase sotto il suo dominio fino alla metà del Cinquecento quando entrò a far parte del Granducato di Toscana.

 

Fonte Wikipedia